Malattie del disagio

Il Disturbo del Comportamento Alimentare (DCA) è sintomatico di un rapporto malato con il cibo che da fonte di energia e di sostentamento diviene pura ossessione.

Qualsiasi restrizione alimentare che non sia giustificata da suffragate ragioni mediche, ovvero prescritta dal proprio medico curante, analogamente al controllo esasperato e giornaliero del peso corporeo o dell'introito calorico diventano una costante nei soggetti malati di DCA con compromissione spesso irreversibile dello stato di salute e dell'esistenza stessa.

Si tratta di malattie sintomatiche di uno stato di disagio psichico o oiuttosto del rifiuto di crescere o di cambiare aspetto fisico o ancora della paura di perdere il controllo nei confronti di un corpo che non viene più accettato.

Nella terapia dei DCA di cui la psicoterapia rappresenta il cardine del trattamento è essenziale la sinergia di diverse figure professionali, come psicologi, psichiatri, internisti, endocrinologi, nutrizionisti, in modo da assicurare la cura e il trattamento somatico o psichico a seconda dello stadio della malattia qua talis.